AGGIORNAMENTO AFFLUENZE E RISULTATI (AGGIORNAMENTO CONCLUSO)

  Affluenza ore 14.00   quesito 1    quesito 2 
  Affluenza ore 23.00   quesito 1 e quesito 2 
   Risultati   quesito 1    quesito 2


INFORMAZIONI GENERALI

E' indetto per il giorno di domenica 7 ottobre 2018 il referendum consultivo relativo al progetto di legge “Istituzione di nuovo Comune mediante fusione dei Comuni di Baricella e Malalbergo nella Città metropolitana di Bologna”, come disposto nel Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 102 del 16/07/2018, pubblicato nel Bollettino Ufficiale Regione Emilia Romagna Telematico n. 219 del 20/07/2018 (Parte Prima n. 29).

Sono chiamati al referendum gli elettori dei Comuni di Baricella e Malalbergo nella Città metropolitana di Bologna, per tali intendendosi coloro che, in base alla vigente disciplina statale, godono del diritto di elettorato attivo per le elezioni amministrative comunali (ivi compresi i cittadini dell'Unione Europea residenti iscritti nell'apposita lista elettorale aggiunta) nei seguenti seggi.

Ubicazione dei seggi elettorali:

Sezione 1

Edificio Scolastico

Via Europa 1

Baricella

Sezione 2

Edificio Scolastico

Via Europa 1

Baricella

Sezione 3

Edificio Scolastico

Via Europa 1

Baricella

Sezione 4

Edificio Scolastico

Via Savena Vecchia 230

San Gabriele

Sezione 5

Edificio Scolastico

Via Savena Vecchia 230

San Gabriele

Sezione 6

Edificio Ex Asilo

Via Gramsci 26

Boschi

Sezione 7

Edificio Casa del Popolo

Via Guidetti 10

Passosegni

L'elettore riceverà due schede, e potrà esprimere anche solo un voto (non ritirando pertanto una delle schede): una grigia per il quesito n. 1 (fusione dei comuni) e una rosa per il quesito n. 2 (scelta della denominazione del nuovo comune). I quesiti referendari sono così formulati:

1) Volete voi che i Comuni di Baricella e Malalbergo nella Città metropolitana di Bologna siano unificati in un unico Comune mediante fusione? [FACSIMILE DELLA SCHEDA DI VOTAZIONE]

2) Con quale dei seguenti nomi volete sia denominato il nuovo Comune? [FACSIMILE DELLA SCHEDA DI VOTAZIONE]

a) Baricella Malalbergo;
b) Terre di Pianura;
c) Pianura Felsinea;
d) Altedo;
e) Valle dei Conti.

COSA SERVE PER VOTARE

E' necessario recarsi al seggio con un documento di riconoscimento valido e la tessera elettorale.

Per richiedere la tessera elettorale occorre rivolgersi all'Ufficio Elettorale in Municipio, aperto tutti i giorni negli orari dell'URP e nei seguenti orari di apertura straordinaria:

Venerdì 5 ottobre dalle 8.00 alle 18.00

Sabato 6 ottobre dalle 8.00 alle 18.00

Domenica 7 ottobre dalle 7.00 alle 23.00

Si invita i cittadini a verificare per tempo la presenza di spazi liberi per l'apposizione del timbro di votazione sulla propria tessera elettorale.

Per gli elettori fisicamente impediti al voto si invita a consultare l'avviso pubblicato

Per gli elettori con difficoltà a raggiungere i seggi è stato istituito un apposito servizio di trasporto pubblico gratuito nella giornata di votazione. Per usufruire del servizio è necessario concordare l'appuntamento telefonando: entro sabato 6 ottobre 2018, all'Ufficio Elettorale tel. 051/6622406 – 051 6622407 - 051 6622424.

RAPPRESENTANTI DI LISTA PRESSO LE SEZIONI ELETTORALI

Alle operazioni di voto e di scrutinio presso la sezione può assistere, come prevedono l'art. 29, comma 2, della l.r. 34/1999 e l'art. 12, comma 10 bis, della l.r. 24/1996, un rappresentante di ognuno dei partiti o gruppi politici rappresentati nell'Assemblea legislativa e nei Consigli dei Comuni interessati alla fusione. Il tipo di referendum in svolgimento è indetto su deliberazione dell'Assemblea Legislativa non esiste perciò un comitato promotore né dei sottoscrittori in grado di esprimere un rappresentante ai fini qui indicati. La legge regionale non prevede il rappresentante supplente.

La legge regionale non prevede neppure che il rappresentante in questione sia elettore del comune dove svolge la funzione. Si ritiene coerente con i principi in materia che i rappresentanti designati dai gruppi presenti nell'Assemblea Legislativa debbano essere elettori della Regione, ma non sembra necessario che siano elettori nei comuni ove si svolge il referendum. Gli eventuali rappresentanti dei gruppi consiliari comunali per coerenza dovrebbero pertanto essere elettori del Comune.

La designazione (Mod. di nomina rappresentanti di lista ai seggi) deve avvenire da parte di persona munita di mandato, autenticato nelle forme previste dall'art. 8, comma 2, della L.R. 34/1999, rilasciato dal segretario provinciale del partito o gruppo politico (il segretario può ovviamente anche designare direttamente i rappresentanti). Ciò si ritiene prescritto dal comma 3, dell'art. 29 della stessa legge regionale, che stabilisce le modalità di designazione dei rappresentanti ed è sicuramente riferito anche alle designazioni presso gli uffici di sezione, benché non espressamente citati.

La disciplina dell'art. 29 della l.r. 34/1999 deve essere letta in combinato disposto con il comma 10 bis dell'art. 12 della l.r. 24/1996, che estende ai Consigli dei Comuni interessati alla fusione le prerogative di cui ai commi 2 e 3 del citato art. 29 spettanti ai partiti e gruppi rappresentati in Assemblea Legislativa e nei Consigli comunali interessati. Si ritiene di precisare che, qualora le liste civiche a livello comunale non abbiano referenti provinciali, analogamente a quanto si è ammesso nell'apposita circolare in tema di propaganda elettorale, si deve in tal caso considerare ammissibile la designazione dei rappresentanti di sezione anche da parte di organi politici di livello comunale, quali il capo gruppo consiliare o il segretario dell'organizzazione del gruppo politico.

Ai sensi della normativa regionale sopra richiamata, non è invece ammissibile la nomina di rappresentanti da parte di soggetti diversi dai partiti o gruppi politici, come. ad esempio, comitati a sostegno di una delle opzioni oggetto di referendum. Infatti, l'art. 12, comma 10 bis, l.r. 24/1996 estende tale facoltà unicamente ai partiti e gruppi politici, in quanto nel referendum in oggetto non sono ravvisabili sottoscrittori e comitati promotori del referendum stesso.

N.B. Le designazioni possono essere presentate entro il venerdì che precede la consultazione alla segreteria del comune che ne cura la trasmissione presidenti di seggio insieme alle carte.
Le designazioni possono essere presentate anche direttamente ai singoli presidenti di seggio il sabato pomeriggio, durante le operazioni di autenticazione delle schede, o la domenica mattina, prima che abbiano inizio le operazioni di voto.